Pagine

domenica 30 dicembre 2007

Acqua inquinata a Mazara del Vallo Tele8

Con questo primo video, gentilmente concesso dalla direzione di tele8, il blog si arricchisce di una nuova sezione. Nella colonna di destra sono ora distinti per tematica e tipologia i vari post. Attraverso questa nuova impostazione speriamo di poter rendere più agevole la fruizione e allo stesso tempo ottimizzare i vostri contributi.

Il Comitato.



7 commenti:

Anonimo ha detto...

REPUBBLICA ITALIANA
GAZZETTA UFFICIALE
DELLA REGIONE SICILIANA
PARTE PRIMA
PALERMO - VENERDÌ 7 SETTEMBRE 2007 - N. 42

SI PUBBLICA DI REGOLA IL VENERDI'
DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: VIA CALTANISSETTA 2/E - 90141 PALERMO
INFORMAZIONI TEL 7074930 - ABBONAMENTI TEL 7074926 INSERZIONI TEL 7074936 - FAX 7074927
AVVERTENZA
Il testo della Gazzetta Ufficiale è riprodotto solo a scopo informativo e non se ne assicura la rispondenza al testo della stampa ufficiale, a cui solo è dato valore giuridico. Non si risponde, pertanto, di errori, inesattezze ed incongruenze dei testi qui riportati, nè di differenze rispetto al testo ufficiale, in ogni caso dovuti a possibili errori di trasposizione
Programmi di trasposizione e impostazione grafica di : Michele Arcadipane - Trasposizione grafica curata da: Alessandro De Luca - Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti

DECRETI ASSESSORIALI

ASSESSORATO DELLA SANITA'


DECRETO 3 agosto 2007.
Autorizzazione all'utilizzo in deroga del parametro "Nitrati" per le acque in distribuzione potabile di alcuni quartieri del comune di Mazara del Vallo.

IL DIRIGENTE GENERALE DELL'ISPETTORATO REGIONALE SANITARIO

Visto lo Statuto della Regione;
Visto il testo unico delle leggi sanitarie approvato con R.D. n. 1265 del 27 luglio 1934;
Visto il decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 e successive modifiche ed integrazioni;
Vista l'istanza del comune di Mazara del Vallo, tendente ad ottenere l'autorizzazione in deroga del parametro Nitrati per un valore massimo ammissibile (VMA) di 90 mg/l per l'utilizzo delle acque provenienti dai pozzi in contrada Ramisella (pozzo Ramisella 1, 2 e 3) per l'approvvigionamento idrico di alcuni quartieri del comune di Mazara del Vallo (Trasmazaro e Tonnarella);
Vista la successiva istanza, ad integrazione della precedente, con documentazione ed elaborati grafici allegati;
Visto il piano di interventi prodotto dal comune di Mazara del Vallo, la cui realizzazione è prevista entro il 30 ottobre 2007, finalizzato al rientro del valore del parametro Nitrati, che prevede la miscelazione delle acque provenienti dai 3 pozzi (pozzi Ramisella 1, 2 e 3) con le acque provenienti da altri 3 pozzi (Busalotto, Ferla e Campo di tiro a volo), a bassa concentazione di nitrati, mediante la realizzazione di apposita condotta volante di adduzione all'impianto di distribuzione "Fungo Casa dell'acqua" e successiva immissione alla conduttura dell'impianto di distribuzione "Fungo Ramisella";
Viste le precisazioni in ordine alla realizzazione di tale piano d'intervento, espresse negli allegati alla nota prot. n. 47580 dell'1 agosto 2007 del sindaco del comune di Mazara del Vallo;
Considerata la grave carenza idrica in cui versa la Regione Sicilia, per cui si ritiene necessario, ai fini di garantire l'approvvigionamento idrico della città di Mazara del Vallo, l'utilizzo delle acque potabili in distribuzione;
Considerato che tale deroga può essere disposta non oltre il 31 dicembre 2007;

Decreta:


Art. 1

Il sindaco del comune di Mazara del Vallo è autorizzato all'utilizzo in deroga delle acque in distribuzione potabili per l'approvvigionamento idrico di alcuni quartieri del comune di Mazara del Vallo (Trasmazaro e Tonnarella), per un valore massimo ammissibile (V.M.A.) di 90 mg/l di nitrati e comunque non oltre il 31 dicembre 2007, fermo restando il possesso degli ulteriori requisiti di qualità dell'acqua destinata al consumo umano, al fine di realizzare il piano di intervento programmato per il rientro del valore del parametro Nitrati, consistente nella miscelazione delle acque provenienti dai 3 pozzi (pozzi Ramisella 1, 2 e 3) con le acque provenienti da altri 3 pozzi (Busalotto, Ferla e Campo di tiro a volo), a bassa concentazione di nitrati, mediante la realizzazione di apposita condotta volante di adduzione all'impianto di distribuzione "Fungo Casa dell'acqua" e successiva immissione alla conduttura dell'impianto di distribuzione "Fungo Ramisella".

Art. 2

Si fa obbligo al sindaco del comune di Mazara del Vallo, di concerto con l'Azienda unità sanitaria locale n. 9 territorialmente competente, di informare la popolazione circa i rischi derivanti dal consumo di tale acqua, specie da parte di soggetti affetti da patologie che possano trovare controindicazione in elevati valori del suddetto parametro.
La stessa Azienda unità sanitaria locale dovrà relazionare lo scrivente Assessorato regionale della sanità, dipartimento ispettorato regionale sanitario, circa le iniziative intraprese relative alla suddetta campagna di informazione della popolazione interessata.

Art. 3

Il piano di intervento presentato dal sindaco del comune di Mazara del Vallo per assicurare il rientro nei valori della concentrazione massima ammissibile, di cui all'allegato I, parte C, del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 e successive modifiche, del parametro Nitrati delle acque potabili, dovrà essere realizzato entro il 30 ottobre 2007, nel puntuale rispetto dei lavori e tempi programmati.

Art. 4

Il sindaco della città di Mazara del Vallo, entro il 30 ottobre 2007, dovrà relazionare lo scrivente Assessorato regionale della sanità - dipartimento ispettorato regionale sanitario, servizio 1, igiene pubblica, il Ministero della salute e il Ministero dell'ambiente e tutela del territorio, sulla realizzazione del piano di interventi, conprensivo delle risultanze del piano di monitoraggio analitico nei punti significativi della rete in distribuzione potabile.
Al termine del periodo di deroga al 31 dicembre 2007, il sindaco del comune di Mazara del Vallo, congiuntamente al responsabile SIAN dell'Azienda unità sanitaria locale n. 9 di Trapani, dovrà presentare al dipartimento ispettorato regionale sanitario, servizio 1, igiene pubblica, apposita relazione sull'efficacia del piano di intervento attuato ai fini del rientro del parametro Nitrati e su eventuali criticità emerse e relativi interventi correttivi.

Art. 5

La mancata presentazione di dette relazioni di cui al precedente articolo, con le modalità e nei rispetti dei termini fissati, potrà costituire motivo di preclusione alla richiesta di un'ulteriore eventuale deroga.

Art. 6

Il SIAN dell'Azienda unità sanitaria locale n. 9 di Trapani dovrà trasmettere a questo dipartimento l'elenco delle ditte alimentari eventualmente escluse dal provvedimento di deroga.

Art. 7

Il dipartimento provinciale ARPA di Trapani è incaricato di provvedere ad accertamenti analitici con cadenza mensile, nelle acque in distribuzione potabile al fine di monitorare i valori del parametro Nitrati, trasmettendo gli esiti, con espresso riferimento al presente decreto, al dipartimento ispettorato regionale sanitario e al capo SIAN dell'Azienda unità sanitaria locale n. 9 di Trapani.
Il presente decreto sarà inviato al sindaco della città di Mazara del Vallo, al Ministero della salute, al Ministero dell'ambiente e tutela del territorio, al SIAN dell'Azienda unità sanitaria locale n. 9 di Trapani, al dipartimento provinciale ARPA di Trapani, al laboratorio di sanità pubblica dell'Azienda unità sanitaria locale n. 9 di Trapani, all'Agenzia regionale acque e rifiuti, all'Ufficio territoriale del Governo - Prefettura di Trapani, all'Assessorato regionale della sanità, all'Assessorato regionale del territorio e dell'ambiente, nonché alla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana per la pubblicazione in parte I.
Palermo, 3 agosto 2007.
CIRIMINNA

(2007.34.2394)

Anonimo ha detto...

tratto da
http://www.siciliaonline.it/index.php?option=com_content&task=view&id=107459&Itemid=2

"Val di Noto a Striscia la notizia"

Il Val di Noto e le trivellazioni Gas-petrolifere approdano alla trasmissione di Ricci e condotta da Ezio Gregio ed Enzo Iacchetti... portavoce: la strepitosa ed inarrestabile Stefania Petix.
Il comitato Notriv che da sempre ormai si batte per la tutela e la salvaguardia del patrimonio del Val di Noto ci comunica che il 5 gennaio andrà in onda su canale 5 nel programma Striscia la notizia un servizio sul Val di Noto e le Trivellazioni Gas-petrolifere. Il servizio presentato da Stefania Petix...
... accompagnata dal fido Bassotto tratterà di un’argomento che sicuramente sta a cuore, al di là di ogni facile campanilismo, a tutti i siciliani.
La giornalista ha intervistato Peppe Leone dei Notriv e si è recata in contrada Zisola dove è previsto il primo pozzo esplorativo.
L'obiettivo principe, è quello di salvare il patrimonio, rappresentato dal barocco della Val di Noto, dalle ricerche di idrocarburi.
In tal senso è molto importante un’azione forte volta ad una larga sensibilizzazione dell’opinione pubblica nazionale verso la questione trivelle in Val di Noto.
E’ piuttosto importante che la questione trovi un sempre maggiore interesse e acquisti una sempre più ampia rilevanza, la minaccia infatti non può essere considerata solo una questione locale.
Il patrimonio del Val di Noto è in verità riconosciuto a livello mondiale tanto da essere stato inserito, in tempi non sospetti, dall’Unesco nella World Heritage List, ovvero, la lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità.

Anonimo ha detto...

Comitato per le energie rinnovabili e contro le trivellazioni gas-petrolifere in Sicilia

http://www.notriv.it/dblog/default.asp

Anonimo ha detto...

Mazara e' bellissima e bisogna volerla bene. Forza Mazaresi!
da una ragazza straniera che ama gli sfinci e la torretta

Anonimo ha detto...

Tratto da http://a.marsala.it/index.php?mod=page&nw=3:10:01:2008:6931

Ultima riunione di Giunta per il 2007 a Mazara del Vallo
Notizie dalla provincia

Proficua ultima riunione dell’anno della Giunta municipale di Mazara del Vallo, che ha approvato atti di opere pubbliche ed investimenti per circa 3 milioni di euro.
Tra i progetti approvati si segnalano, in particolare:
- Realizzazione del Monumento al Pescatore (stanziati 150.000 Euro). Il Monumento al Pescatore, del quale di parla da oltre vent’anni, diverrà realtà nel 2008.
- Realizzazione rete fognaria primo tratto via Mario Fani (130.000 Euro).
- Realizzazione urbianizzazione primaria via Epifanio Barracco – quartiere Trasmazaro (400.000 Euro).
- Completamento via Fiume Arno (50.000 Euro).
- Rete fognaria via Appennini (300.000 Euro).
- Interventi idrici per risoluzione problematica acqua Trasmazaro (700.000 Euro).
- Ristrutturazione immobile confiscato alla mafia di via Emanuele Sansone da destinare a nuova sede del Commissariato di Pubblica Sicurezza (300.000 Euro).
- Manutenzione strade (50.000 Euro).
- Realizzazione illuminazione via Abetone (100.000 Euro).
- Manutenzione immobili comunali (50.000 Euro).

L’approvazione di tali atti si aggiunge alla definizione di quelli relativi a:
- Manutenzione scuola via Poggiorreale (75.000 Euro).
- Illuminazione Bocca Arena (280.000 Euro).
- Museo della Legalità di via Giotto (280.000 Euro).

Nella scorsa Giunta del 28 Dicembre erano invece stati approvati i seguenti atti:
- La realizzazione del rifacimento di piazza “Macello” e piazza “Del Popolo” di Borgata Costiera (totale 900.000 Euro).
- L'acquisizione al patrimonio comunale dell’ex Chiesa di Sant'Ignazio di piazza Plebiscito e di un immobile storico sito nella via Bagno N. 38 di fronte il cinema Diana, entrambi di proprietà del Fondo Edifici di Culto, che fa capo al Ministero degli Interni (totale 140.000 Euro)
- La realizzazione della rete fognaria acque bianche di via Di Leo e primo tratto via La Malfa;
- La metanizzazione di via Bessarione e viale Africa;
- Il rifacimento della rete idrica nel centro storico.

Anonimo ha detto...

quando si sapranno ulteriori informazioni sul monumento al pescatore, non è che se ne continua solo a parlare?

ONIR56 ha detto...

(da YouTube) Commento al tuo video: Acqua inquinata a Mazara del Vallo Tele8 parte 1

2008:20km di raffinerie Priolo Gargallo Melilli Augusta,falda inquinata dal benzene irreversibile,1.000 bambini nati deformi,Milazzo record tumori ai polmoni,Enna record di morti per tumore attorno a Pasquasia?4 dighe lago inquinate dall'alga rosa irreversibili,Trapani,Enna Catania,Caltanissetta divieto assoluto di bere e irrigare i campi,tumore al fegato,50 % acqua potabile usata per trasformare il petrolio in benzina,città intere senza acqua potabile,TIR,smog,GENOCIDIO DEL POPOLO SICILIANO